Autunno.

Colori, cervi e bramiti.

3
2
1352

Trascorsi più di due mesi dall'ultima gita, quasi inaspettatamente, riusciamo ad organizzare un fuori porta di due giorni in Val Grande decidendo di pernottare al Bivacco Occhi. Speriamo di incontrare qualche cervo e sentire il tradizionale bramito. Per questa occasione ci accompagna anche il Nonno Renato. Dopo tanto tempo ferve l'entusiasmo: sveglia di buon mattino alle ore 02:00 di Sabato mattina e per le 5:30, sotto una bellissima luna piena, siamo già all'imbocco del sentiero che dalla frazione di Grano del comune di Vezza d'Oglio conduce alla Val Grande. Dopo un'ora di cammino iniziamo a sentire i primi bramiti e, con l'arrivo della luce, iniziamo a vedere i primi cervi mentre il paesaggio circostante comincia a prendere i caratteristici colori autunnali. Pian piano la Valle si riempie di persone grazie anche all'organizzazione di numerose attività di osservazione. Non siamo mai venuti in questo periodo e la moltitudine di persone ci lascia un poco spiazzati rispetto alle più solitarie escursioni dei mesi di Maggio e Giugno. Cerchiamo quindi delle zone più defilate ai lati della Valle percorrendo un tratto del sentiero dell'Asino il Sabato e tentando l'avvicinamento alle Cime del Tirlo per la Domenica. Riusciamo a fare anche una pasta al bivacco e il Sabato sera a dormire siamo almeno una trentina di persone, tanto che quasi quasi non serve nemmeno il sacco a pelo. Due belle giornate con un tempo mutevole, freddo, sole e anche qualche goccia la Domenica pomeriggio. Pochissimi fiori degnamente sostituiti dalle calde tonalità autunnali. Nuove conoscenze, cervi e bramiti a volontà e anche un avvistamento di un Gipeto che attraversava la Valle dal Passo di Dombastone fino alle Cime di Pietrarossa. Quante cose ci sarebbero da raccontare. Un po' di amaro in bocca al momento del rientro, in attesa di un'altra occasione .

Commenti

Emanuele Musitelli 1 anno, 10 mesi

Grazie per l' approfondimento ,sia dalla prefazione che dalla qualita' delle tue risposte e' spontaneo capire quanto tu ci tenga alla montagna,alla famiglia e al sito ,un saluto

  • Daniela Pesenti 1 anno, 10 mesi

    Come ti capisco Adriano , è sempre un po' triste lasciare tanta bellezza e pace , quando c'è il rientro !! Molto bello quello che hai scritto nella tua prefazione , e devo dire che nelle tue foto hai fatto si che virtualmente c'eravamo anche noi di Orobie ... Complimenti !

  • Adriano Selleri 1 anno, 10 mesi

    Fortunatamente quando non riusciamo a fare di meglio possiamo almeno "viaggiare" attraverso le Vostre avventure che sono sempre molto gradite, belle e numerose. Ad esempio con il tuo Autunno ai Laghi Gemelli ci hai riportato al nostro primo pernottamento in rifugio, affrontato come se fosse il primo viaggio sulla luna. E forse per questa volta non dovremo nemmeno aspettare molto per rimetterci in cammino, a volte ci sono imprevisti positivi. Grazie di tutto. Ciao.

  • Emanuele Musitelli 1 anno, 10 mesi

    belle Adriano ,una valle che conosco bene e in cui ho percorso tutti i sentieri principali .A fine settimana vado in val dei Messi (valle parallela alla val grande) per la prima vlta e spero di non arrivare in ritardo per assistere al bramito ,speriamo in bene ,un saluto

  • Adriano Selleri 1 anno, 10 mesi

    Caro Emanuele è un piacere risentirti, ho fatto una piccola assenza e sto vedendo gli album che mi sono perso. Molto originale il Tuo in bianco e nero. Prima o poi andremo anche noi nella Valle delle Messi ma ci vorremmo arrivare dal Bivacco Occhi attraversando il Passo di Pietra Rossa che mette appunto in comunicazione la Val Grande con La Valle delle Messi. Il Bivacco è un ottimo riferimento anche per la vicina Val Canè dove tra l'altro si trova il Bivacco Valzeroten ed è fortemente popolata da stambecchi. Riguardo ai bramiti penso che non avrai grandi problemi per sentirli ma spero vivamente per te che la zona sia meno frequentata della Val Grande in questo periodo. Da un lato è molto bello trovare tante famiglie con bambini (rarissimo) e persone di ogni età per i sentieri ma di contro c'era il transito dei veicoli che arrivava fino a circa metà Valle. Comunque buona fortuna. Aspetto le tue foto.