Traccia Partigiana

1
1
501

Qualcosa è andato storto. Qualcuno ha tradito! La reazione nazifascista all’attacco partigiano di Villa Masnada del 26 settembre ‘44 non è di quelle da contropiede, improvvisate. Ha, piuttosto, tutte le caratteristiche di un’operazione pianificata, metodica che anticipa le mosse dell’avversario, una ventina di partigiani delle Fiamme Verdi “Valbrembo” che, ormai braccati, al grido di “si salvi chi può” battono in ritirata risalendo i boschi sopra Petosino. Sul terreno resteranno i corpi di nove partigiani morti in nome della Libertà!

Colle Lochis, la sella di Madonna del Bosco, Risol o Rizzolo del Pascolo, colle dei Roccoli sono solo alcuni dei luoghi che conosciamo benissimo, chissà quante volte ci siamo stati nelle belle domeniche di primavera. Sono quelli i luoghi che disegnano la Traccia Partigiana, quella fedelmente seguita dalla “Valbrembo” dopo l’assalto a villa Masnada. Ripercorriamo oggi quella loro via di fuga, a pochi passi da Bergamo, sino a raggiungere il monumento che ne commemora l’eccidio.

Commenti

Daniela Pesenti 7 mesi, 3 settimane

Ciao Cristian, buona Pasqua!

  • 1
  • 0
  • Cristian Riva 7 mesi, 2 settimane

    Ciao Daniela, grazie e contraccambio gli auguri (anche se in ritardo )