Crocus al Monte Campo, disgelo al laghetto di Pietra Quadra-3magg23

0
1
570

Dalla Conca di Mezzeno (1576 m) distese di Crocus vernus al Monte Campo (1870 m) e spettacolo del laghetto di Pietra Quadra (2116 m) in disgelo il 3 maggio 2023.

PERCORSO

SALITA : Parcheggio Conca di Mezzeno (1576 m) – Sentiero 215-217 > Sentiero 217 (Tre Pizzi – Pietra Quadra) > Baita del Tino (1870 m) > Baita di Monte Campo (1878 m) > Baita dei Tre Pizzi (2116) > Laghetto di Pietra Quadra (2116 m)

DISCESA: Percorso di salita in senso inverso

Partenza: Conca di Mezzeno (1576 m)

Dislivello: 537 m

Difficoltà: E

Distanza: km 6,81

Tempo: complessive poco più di tre ore

Accesso e parcheggio

Percorsa la provinciale di Valle Brembana fino a Lenna , si seguono le indicazioni per Foppolo e , in seguito, superata una breve galleria, si devia a dx per Roncobello. Attraversato il paese, poco prima della località Capovalle, si continua su stradetta asfaltata (previo pagamento di ticket di 2€ giornaliero) che termina, dopo 14 tornanti, al parcheggio della conca di Mezzeno (1576 m).

3 maggio 2023, la giornata è annunciata con cielo sereno per tutto il giorno anche sui monti brembani, ma così non sarà, perché da mezzogiorno per tutto il pomeriggio nuvoloni nasconderanno il sole.

Sono in solitaria e ritorno per l’ennesima volta al Laghetto di Pietra Quadra.

Dal parcheggio alla Conca di Mezzeno (1576 m), imboccato il sentiero 215-217. raggiungo in decisa salita il bivio dal quale proseguo a sinistra sul 217 per ‘Tre Pizzi-Pietra Quadra’. Pervenuto con comoda salita al pianoro pascolivo di Monte Campo, lo attraverso in falsopiano incontrando il Roccolo del Tino (1870 m) , varie pozze naturali e infine la Baita di Monte Campo (1878 m).

Mi godo sui pascoli del Monte Campo in veste invernal-primaverile lo spettacolo della fioritura dei Crocus vernus bianchi e violetti.

Attraversati in lungo ed in largo pratoni del Monte Campo, all’altezza dell’annessa ‘penzana’ (stalla aperta sul fronte), seguo sentiero 217 che piega a destra risalendo decisamente il vallone compreso tra i rocciosi Tre Pizzi a sinistra e la costa meridionale dello Spondone a destra.

Salito il vallone, lasciato a sx il sentiero 217 che prosegue verso i Tre Pizzi salgo, pestando ancora un bel po’ di neve, a destra raggiungendo prima la Baita dei Tre Pizzi (2116 m) per proseguire poi al Laghetto di Pietra Quadra (2116 m) che si presenta nello spettacolo del disgelo, iniziato da poco.

Non sono solo, oggi, con cielo sereno il mattino e temperature miti, altri escursionisti camminano sui sentieri dei nostri cari monti.

Mi godo appieno lo spettacolo del laghetto che si sta scrollando di dosso il manto di ghiaccio e neve, ma intanto nuvoloni si stanno accumulando in cielo nascondendo il sole.

Rimango ancora un po’ godendomi un buon pranzetto al sacco sperando che le nuvole se ne vadano, ma purtroppo restano e il sole non torna più.

Mi abbasso quindi poi sul sent. 217 al Monte Campo dove nella scarsa luce del pomeriggio nuvoloso mi godo ancora lo spettacolo dei Crocus vernus bianchi e violetti che però in mancanza del sole si sono chiusi.

Rientro infine al parcheggio della Conca di Mezzeno, contento di essermi goduto anche quest’anno al Monte Campo lo spettacolo dei Crocus vernus e al Laghetto di Pietra Quadra quello del disgelo.

Puoi vedere questo percorso con salita anche al Pietra Quadra su ‘ I più bei sentieri della Lombardia Centrale’ , di Piero Gritti e Sergio Papucci , ed. Blu - Torino pag 184-186