Articolo

PIOLET D'OR. VINCONO TUTTI

08 Aprile 2013 / 11:30
0
0
231
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

PIOLET D'OR. VINCONO TUTTI

08 Aprile 2013/ 11:30
0
0
231
Scritto da Redazione Orobie

Piolet d’or a tutti e sei i finalisti. Quest’anno, con una decisione senza precedenti, la giuria ha voluto assegnare il più prestigioso premio dell’alpinismo mondiale ex aequo a tutte le spedizioni in nomination.

I francesi Bohin, Moatti, Ratel per la salita della parete sud-ovest del Kamet; i britannici Fowler e Ramsden per la traversata dalla cresta nord-est a quella sud del Shiva; i russi Golovchenko, Lange e Nilov, per l’impresa sullo sperone nord-est della Muztagh Tower; gli statunitensi Dempster e Kennedy, per la salita lungo la cresta sud-est del Baintha Brakk-Ogre.

Ancora dalla Gran Bretagna, Allan e Allen protagonisti sulla cresta Mazeno ridge del Nanga Parbat; e dal Giappone Aoki e Hanatani che hanno scalato il pilone sud del Kyashar.

 

Il presidente della giuria Stephen Venables ha spiegato così la scelta: “Il 2012 è stato un anno eccezionale per il numero di salite innovative, tutte di altissimo livello. E con un fattore in comune: sono andate oltre la cima, si sono impegnate in una discesa diversa e ogni salita ha dovuto affrontare difficoltà molto elevate.” Da qui la decisione di premiarle tutte.

 

A Kurt Diemberger, unico alpinista vivente ad aver scalato in prima assoluta due Ottomila, è stato consegnato il Piolet d’or alla carriera-Premio Walter Bonatti.

Infine, la giuria ha attribuito una menzione speciale a due ascensioni compiute sulla parete sud-est del Cerro Torre dai team Kennedy-Kruk; e Lama-Ortner.