Articolo

RESTI UMANI DALL’ETA’ DEL BRONZO

24 Maggio 2013 / 12:42
0
0
265
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

RESTI UMANI DALL’ETA’ DEL BRONZO

24 Maggio 2013/ 12:42
0
0
265
Scritto da Redazione Orobie
Sono arrivati fino ai giorni nostri i resti umani di una giovane donna che ha vissuto nell’età del Bronzo (1600-1300 a.C.). Gli scavi sono stati fatti dagli studiosi dell’Università di Milano nella palafitta del Lavagnone a Desenzano (Bs), e sono state rinvenute parti di mandibola e di cranio della ragazza. Nell’età del Bronzo le ossa dei defunti erano oggetto di culto, soprattutto il cranio, che veniva asportato e ritagliato per ricavarne rondelle e pendagli da usare come amuleti. La scoperta di questi reperti è molto importante perché aggiunge un ulteriore tassello alle ricerche sulla vita e i riti dell’età del Bronzo. Grande contributo a queste ricerche è stato dato anche dal recente ritrovamento alla palafitta di Lucone di Polpenazze del teschio di un piccolo di tre anni, morto per otite acuta e anemia nel 1969 a.C.