Articolo

SETTIMILA BOTTIGLIE SOTTO IL SEBINO

17 Giugno 2013 / 12:14
0
0
279
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

SETTIMILA BOTTIGLIE SOTTO IL SEBINO

17 Giugno 2013/ 12:14
0
0
279
Scritto da Redazione Orobie
Si chiama Nautilus, proprio come il sommergibile del romanzo “Ventimila leghe sotto i mari”. Ma non ci stiamo riferendo al Capitano Nemo, ma a un produttore agricolo camuno, che sta facendo maturare settemila bottiglie di vino spumante, il Nautilus appunto, nelle acque del Sebino. Si tratta di un curioso esperimento che è iniziato nel 2011, collocando apposite casse contenenti le bottiglie sul fondo del lago. La maturazione del vino sfrutta così le particolari condizioni delle acque del Sebino a 35 metri di profondità: 5 gradi di temperatura, 4 bar di pressione e il movimento delle onde, che favorisce il rimescolamento continuo dei lieviti. Le prime casse di vino calate due anni fa sono state recuperate lo scorso anno; ora sono state invece rinvenute gran parte delle casse calate lo scorso anno, che sono state prontamente rimpiazzate con altre che saranno pronte nel 2014. Dopo il recupero dalle acque, le bottiglie vengono riposte in cantina, per concludere la loro maturazione ed essere pronte al consumo. L’impresa di recupero è molto delicata e necessita di sub professionisti. L’impresa, avvenuta sul lungolago di Peschiera Maraglio, è avvenuto sotto gli occhi stupiti di turisti e passanti, che hanno goduto di un insolito spettacolo.