Articolo

IERI, OGGI E DOMANI

29 Novembre 2013 / 15:03
0
1
238
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

IERI, OGGI E DOMANI

29 Novembre 2013/ 15:03
0
1
238
Scritto da Redazione Orobie

È consuetudine, avvicinandosi la fine dell’anno, tracciare consuntivi e riflettere sul futuro. Lo facciamo anche noi di Orobie, sia per valutare i risultati del nostro impegno, sia per mettere in esecuzione il programma per l’anno che sta per arrivare. Con una rivista come Orobie, che tiene d’occhio il territorio e le stagioni, la redazione è all’opera come se il nuovo anno fosse iniziato da un bel po’. Mentre il numero di dicembre va in stampa, quello di gennaio è già in lavorazione. E sui tavoli si ammucchia il materiale per i mesi successivi.

Anche per il 2013 Orobie ha fatto registrare l’andamento positivo degli anni precedenti, cui è da aggiungere il successo del sito www.orobie.it con migliaia di utenti e decine di migliaia di immagini inviate da escursionisti, appassionati nella natura e della montagna che portano sempre con sé la macchina fotografica. Si tratta di uno straordinario contributo alla conoscenza del territorio che va ad aggiungersi a quanto la nostra rivista offre ai suoi lettori da oltre 23 anni. E con il prossimo gennaio sulla copertina apparirà il numero 280.

Sempre a proposito del prossimo gennaio possiamo anticipare che ci saranno delle novità. Novità nella veste grafica, alcune evidenti, altre sottotraccia con l’obiettivo di migliorare sempre di più l’aspetto grafico; novità anche nei contenuti della rivista. Cambiamenti sì, ma secondo una linea da tempo ben definita e alla quale continuiamo ad essere fedeli, certi di incontrare sempre il gradimento di chi ci legge. Come anticipato nelle pagine di questo numero, concluso il ciclo sulle più belle montagne della nostra regione, dedicheremo il 2014 ai grandi panorami che si possono ammirare in Lombardia nonostante le foschie e lo smog. Un modo un po’ diverso per conoscere il territorio sul quale viviamo, corredato da tante belle foto, schede, disegni, curiosità. Ma per gli appassionati non mancheranno anche i tradizionali articoli sulla montagna, e anche qui una novità: una serie di servizi su alcune spettacolari pareti, dove i nostri collaboratori, con macchina fotografica e taccuino, ripercorreranno alcune celebri vie. Sarà come essere lassù anche se seguendoli da una meno impegnativa poltrona.

Abbiamo riservato alla copertina di questo numero una immagine con tanta bella neve. Una immagine natalizia, giusto per accompagnarla ai più vivi auguri di buone feste a tutti ai nostri amici più cari, i lettori.