Articolo

LA FESTA DEI CILIEGI

25 Marzo 2016 / 13:10
0
0
581
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

LA FESTA DEI CILIEGI

25 Marzo 2016/ 13:10
0
0
581
Scritto da Redazione Orobie

L'immagine di una bellezza fugace ma ciclica, della realizzazione di sé temporanea ma compiuta: in Giappone è questo il simbolismo legato ai fiori di ciliegio, una metafora dell’esistenza umana. Hanami, letteralmente «ammirare i fiori»,
è il termine, sintetico e poetico come solo la lingua nipponica sa essere, che indica l’usanza di fare una passeggiata, un picnic o una gita all'inizio della bella stagione per godere della bellezza delle fioriture, in particolare dei ciliegi.


Mauro Lanfranchi e Maurizio Motta, la scorsa primavera, hanno fotografato le fioriture più belle della Lombardia. Regalandoci la possibilità di un Hanami "nostrano", da vivere sfogliando Orobie di aprile. E Simone Ciocca, autore del testo, ci spiega dove andare a vedere dal vivo le fioriture.
Ovviamente, mancando nella nostra regione la tradizione dei ciliegi ornamentali, i luoghi dove ci si imbatte con più probabilità in scenografiche esplosioni floreali sono quelli ricchi di frutteti. In Valtellina, tra Sondrio e Tirano,
si affiancano ai meleti anche impianti a ciliegio. È una meraviglia percorrere i sentieri a mezza costa e scoprire come i terrazzamenti, appena inverditi dall’erba primaverile, siano cosparsi di filari che sembrano coperti di neve.
Anche l’Oltrepò custodisce terre a spiccata vocazione frutticola. Lungo i dolci pendii del pavese la dominanza della vite è evidente, ma in primavera i festoni bianchi, che numerosi li costellano, suggeriscono che a giugno la produzione
di ciliegie sarà abbondante; lo stesso a Ceresara, in provincia di Mantova.

I modesti rilievi coltivati nell’area gardesana, le aree rurali della Valsassina, i dossi della bassa Valcamonica offrono ghiotte occasioni ai fotografi che vogliono immortalare paesaggi fiabeschi con rami sbocciati di fresco.
Le vaporose chiome bianche rallegrano anche i boschi dei colli attorno a Bergamo e dell’alta Brianza comasca, lecchese e monzese.

Una delle mete che vi proponiamo è in piena metropoli milanese. Si tratta della «Collina dei ciliegi», creata in viale Sarca, zona Bicocca, su un cumulo di materiale inerte, ricavato dalla demolizione degli impianti della Pirelli.
Lungo i sentieri e le scalinate che salgono alla cima della collina, sono stati messi a dimora più di 800 alberi tra i quali sono protagonisti assoluti i ciliegi. Scelti tra le varietà da fiore giapponesi, hanno tutte le carte in regola
per prosperare e in pochi anni diventare il palcoscenico di un Hanami tutto lombardo, con respiro internazionale.