Articolo

ASCOLTARE E RACCONTARE

05 Luglio 2016 / 13:07
0
0
344
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

ASCOLTARE E RACCONTARE

05 Luglio 2016/ 13:07
0
0
344
Scritto da Redazione Orobie

Si riparte. Ma è come se non ci fossimo mai fermati. Perché, in fondo, Orobie è sempre in viaggio. Da 25 anni. Solo che, di tanto in tanto, lo facciamo in compagnia. Diciotto viaggiatori, questa volta. Destinazione: Valfurva. E uno spirito che è sempre lo stesso. Quel senso del viaggio che secondo Pino Cacucci  coincide con «il fermarsi ad ascoltare chiunque abbia una storia da raccontare». Lo faremo anche quest’anno per la quarta edizione del nostro trekking che è anche un omaggio alla storia. È qui infatti tra queste cime – dal San Matteo al Tresero, dal Vioz al Gran Zebrù – che sono conservate le memorie della Grande guerra. E anche se è passato un secolo la drammaticità e il valore sono gli stessi. In cammino allora, da Santa Caterina, al rifugio dei Forni, ma anche al Branca, alla Pizzini e al Quinto Alpini per poi fare rientro a Santa Caterina. In mezzo tanti incontri e tante storie.  Quelle di montagna grazie alla partecipazione della campionessa di sci Deborah Compagnoni che rappresenterà un po’ la «madrina» del trekking e dell’alpinista Marco Confortola – entrambi originari della valle -, ma anche di altri scalatori che arriveranno invece da fuori come il valdostano Hervè Barmasse,la milanese Annalisa Fioretti e il grande Mario Curnis decano degli arrampicatori orobici e ormai presenza abituale dell’iniziativa; anche l’arte, compresa quella enogastronomica, contribuirà, come di consueto, ad animare il trekking con l’attore Stefano Panzeri, il filmaker Carlo Limonta, il musicista Martin Mayes, il gruppo dei Verbal e lo chef Michele Sana, mentre la fotografia di Umberto Isman e Stefano Viganò farà da sfondo agli interventi di carattere scientifico del ricercatore Giampietro Verza e del filosofo Dimitri D’Andrea. Tre, infine, i volti della comunicazione: oltre alla blogger Simonetta Radice, al tour parteciperanno il giornalista di Radio Popolare Claudio Agostoni e l’inviato del Corriere della Sera Lorenzo Cremonesi.