Articolo

CAPODANNO SULLA NEVE, NEI PRATI E NEI RIFUGI

29 Dicembre 2016 / 14:00
0
2
615
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

CAPODANNO SULLA NEVE, NEI PRATI E NEI RIFUGI

29 Dicembre 2016/ 14:00
0
2
615
Scritto da Redazione Orobie

Non mancano mai nel passaggio tra il vecchio e il nuovo anno e ne illuminano le notti con suggestivi giochi di luce. Sono le fiaccolate, ecco alcuni appuntamenti: venerdì alle 21 alla pista Alpe alta del passo del Tonale. Il 31 alle 19 alla pista Corno d'Aola di Ponte di Legno con, al termine, i fuochi d'artificio alla partenza della cabinovia. E ad Aprica "Fiaccolata dai 3 monti" dei Maestri di Sci che si terrà alle 19 in contemporanea nei tre comprensori sciistici:
Magnolta, Palabione e Baradello. A seguire spettacolo pirotecnico e vin brulé.

 

Tanti i rifugi che festeggeranno il Capodanno. Allo Zoia di Campo Moro, sopra Lanzada, è possibile scegliere tra il cenone e un pacchetto di tre notti con ciaspolate ed escursioni guidate; al monte Poieto - raggiungibile in cabinovia - serata di festa come anche al rifugio Sev ai Corni di Canzo. Cibo e atmosfere speciali anche al rifugio monte Stino in Val Sabbia e al Caruncasch dell'Alpe Campagneda.

 

Lunedì, per smaltire il cenone, il rifugio Cristina organizza una ciaspolata in notturna con partenza alle 16 a Campo Franscia, a Lanzada. Si sale accompagnati dalla Guida Alpina verso il Largone alla luce del tramonto, si cena al rifugio e poi si rientra con l'aiuto delletorce e delle lampade frontale.

 

E lunedì si terrà la quarta edizione della "Scalve storica": gara vintage di sci di fondo. La partecipazione alla manifestazione, che celebra la storia di questa disciplina sportiva, è aperta a tutti ma occorre indossare
abbigliamento e attrezzatura d’epoca: sci di legno senza parti in plastica, attacchi a presa larga, bastoncini di bamboo o simili, con rondella non fissa, abbigliamento non in nylon, guanti in lana, preferibilmente a muffola.
È ammessa anche la possibilità di dotarsi di materiale realizzato di recente, ma di sapore d'antan. Appuntamento alle 15 in piazza Cardinale Maj a Schilpario.

 

A Gandino da quarant'anni sono numerose le persone che si scambiano gli auguri di buon anno sulla cima del Pizzo Formico. Un'escursione sempre molto apprezzata che, il primo dell'anno, si conclude con la celebrazione della messa alle 10.30, ai 1.637 metri della Croce del Pizzo