Articolo

CON IL GHIACCIO PERICOLI DA NON SOTTOVALUTARE

20 Dicembre 2016 / 16:30
0
1
391
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

CON IL GHIACCIO PERICOLI DA NON SOTTOVALUTARE

20 Dicembre 2016/ 16:30
0
1
391
Scritto da Redazione Orobie

Soltanto un paio di giorni fa due vittime a causa del ghiaccio in Piemonte e in Alto Adige. Un 23enne del vercellese ha perso la vita nella conca di Oropa sulle Alpi biellesi, nella zona della vetta del monte Mucrone, mentre in Val Passiria la vittima è un 44enne di Merano che, salito a Valtina verso il Montelago, è scivolato sul ghiaccio radunando gli animali.

Cadute purtroppo fatali come quella che non ha lasciato scampo a Stefania Caruana, la trentenne di Monza che domenica, è precipitata per 200 metri lungo un canalone sul Cimon della Bagozza in valle di Scalve (Bergamo). “Sono stati diversi gli episodi di alpinisti in difficoltà lungo i canali che salgono verso la Bagozza – ha raccontato il gestore del rifugio Cimon della Bagozza”.

Fortunatamente in questi casi senza conseguenze tragiche. Per quanto belle siano le ascensioni la presenza di ghiaccio non è da sottovalutare. Infatti salite anche all’apparenza non pericolose, con la presenza di ghiaccio possono diventare molto rischiose. Non sono così sufficienti ramponi e piccozza, ma oltre alle attrezzature adeguate serve tanta preparazione perché le condizioni, con neve e ghiaccio, diventano più impegnative.

I consigli sono quindi quelli di informarsi bene sulla situazione del percorso e della neve e soltanto dopo decidere se affrontare la montagna in base alla propria preparazione.