Articolo

IL CANTO DELL'IDICA PER IL PRESIDENTE MATTARELLA

01 Dicembre 2016 / 15:10
0
0
504
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

IL CANTO DELL'IDICA PER IL PRESIDENTE MATTARELLA

01 Dicembre 2016/ 15:10
0
0
504
Scritto da Redazione Orobie

C’è stato anche l’omaggio del Coro Idica di Clusone, mercoledì 30 novembre, durante la visita a Bergamo del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, appassionato di montagna. I componenti del Coro italiano di canti alpini (l’Idica, appunto) hanno proposto il brano “Madonnina dei Campelli” sotto i portici di Piazza Vecchia, in Città Alta. Mattarella ha stretto la mano a ciascuno dei coristi, dal presidente Cesare Ferrari al direttore, il maestro Marco Rovaris. Il presidente della Repubblica ha apprezzato l’esibizione del Coro Idica, capace di scaldare gli animi dei tanti presenti.

Il coro di Clusone – al quale per altro è dedicata anche “L’altra copertina” di Orobie di dicembre, in questi giorni in edicola – si accinge a festeggiare il proprio sessantesimo di fondazione. Era infatti la vigilia di Natale del 1956 quando un gruppo di giovani si ritrovò in giro per strade e piazze a cantare le pastorelle. Una passione che li ha poi convinti a fondare l’Idica. E con il coro non si sono proposti solo al pubblico di Clusone, della Bergamasca e della Lombardia, ma si sono recati in varie parti del mondo: Brasile, Messico, Stati Uniti, Brasile e Thailandia, per parlare solo dei Paesi più lontani.

I festeggiamenti per il sessantesimo dell’Idica non potevano iniziare meglio che con l’incontro con il presidente Mattarella: al capo dello Stato il coro ha donato una copia della statua della Madonnina che l’artista Tomaso Pizio volle collocare ai Campelli di Schilpario, in Valle di Scalve. Madonnina alla quale lo storico maestro dell’Idica Kurt Dubiensky ha dedicato la canzone che mercoledì mattina è stata proposta al presidente Mattarella.