Articolo

"SALVIAMO I RIFUGI", PREOCCUPAZIONE TRA GLI OPERATORI DELLA MONTAGNA

20 Dicembre 2016 / 15:00
0
0
491
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

"SALVIAMO I RIFUGI", PREOCCUPAZIONE TRA GLI OPERATORI DELLA MONTAGNA

20 Dicembre 2016/ 15:00
0
0
491
Scritto da Redazione Orobie

"Salviamo i rifugi!" E' l'appello che Mirella Tenderini ha lanciato attraverso una pagina Facebook alla quale hanno già aderito centinaia di persone. Da dove nasce l'allarme?  La sezione Cai di Milano proprietaria di 15 rifugi, di cui 13 in Lombardia, ha deciso di intraprendere una nuova strada nella gestione delle strutture cercando di farle sfruttare economicamente. 

Ai rifugisti è stato prima disdetto il contratto, poi gli è stato chiesto di presentare un progetto sulla gestione. Nei casi in cui la proposta non è stata ritenuta valida, si è proceduto allo sfratto. In altri casi l'affitto è stato alzato in modo significativo. Ci sono anche gestori "storici" che dovranno lasciare il rifugio che è stato a lungo la loro casa. Come Mauro Cariboni da 22 anni al Rosalba, ma altri rischiano di veder conclusa improvvisamente la loro attività sui monti.

Un'attività di presidio e di accoglienza sottolinea Mirella Tenderini, celebre scrittrice di libri di alpinismo. «Il rifugio deve essere accoglienza – spiega –, il rifugista ci deve poter campare con i guadagni, ma non si può pensare di trasformali in luna park, altrimenti si resta a valle negli alberghi veri. Ho aperto questa pagina per cercare di capire cosa ne pensano i frequentatori della montagna. La maggioranza è contraria, bisogna fare il possibile per non distruggere questa tradizione, non tutto deve diventare profitto esasperato».

Per saperne di più ecco l'indirizzo della pagina aperta da Mirella Tenderini: www.facebook.com/groups/1119561404807681