Articolo

L'estate è dei giovani sulle montagne lombarde

09 Luglio 2021 / 09:30
0
1
1819
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

L'estate è dei giovani sulle montagne lombarde

09 Luglio 2021/ 09:30
0
1
1819
Scritto da Redazione Orobie

"In viaggio sulle montagne di Lombardia" è un invito rivolto ai giovani dai 18 ai 30 anni. "Young people for the mountains", appunto "Giovani giramondo in viaggio sulle montagne di Lombardia" diventano ambasciatori della conoscenza e della scoperta delle nostre terre alte offrendo loro la possibilità, con la collaborazione di Assorifugi, l’organismo che riunisce i rifugisti lombardi, di percorrere i sentieri e di pernottare nelle case alpine utilizzando un voucher speciale.

Cai e Regione mettono a disposizione i voucher (al massimo due per partecipante) nei rifugi aderenti. I ragazzi lombardi interessati si devono candidare con la loro proposta di trekking tramite i form su internet, Facebook e Instagram. Una commissione li esaminerà, tenendo conto del percorso, con almeno due pernottamenti nei rifugi aderenti, tra luglio e ottobre. I selezionati seguiranno momenti formativi di cultura, tecnica e frequentazione della montagna con il Cai. Ogni ragazzo porterà nei rifugi la Carta della sostenibilità per le montagne e il libro "Mi impegno" sui valori di educazione e sostenibilità. Si preoccuperà pure di restituire il proprio diario di viaggio, dando sfogo alla sua creatività. Racconterà degli incontri con rifugisti, alpeggiatori, pastori o malgari, le sue fatiche ed emozioni.

Sono già numerosi i giovani lombardi che hanno aderito al progetto per l’estate lanciato dalla sezione di Bergamo del Club alpino italiano, sostenuto dalla presidenza del Consiglio regionale della Lombardia e da Ubi-Banca Bergamo.  Questo è "Y4m", che mette a disposizione 500 voucher di mezza pensione (cena, pernottamento e colazione) in oltre 70 rifugi aderenti nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Lecco e Sondrio.

Tutto ha avuto inizio con "Save the mountains", il progetto di educazione e sostenibilità "Salviamo le montagne e il loro patrimonio culturale" lanciato nel 2019 dal Cai di Bergamo. Ora continua con proposte sempre diverse. Un anno fa si tenne la prima Giornata regionale delle montagne, proprio per richiamare in tutta la Lombardia i valori legati alle terre alte e puntare l’attenzione su chi lì vive e lavora. Su iniziativa del presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi, e dell’Ufficio di presidenza la Giornata si svolge per legge ogni prima domenica di luglio. Quest’anno il messaggio di educazione e sostenibilità passa soprattutto dai giovani.

Per info www.caibergamo.it o via mail a [email protected]

Correlati

Ciamà l'erba nelle valli lombarde

"Ciamà l'erba" nelle valli lombarde

Tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo si celebra l'antico rituale di origini contadine di "risveglio" della natura; ma forse è ...

Articolo
Libri e cultura in quota sul monte Vaccaro

Libri e cultura in quota sul monte Vaccaro

Una "bibliobaita" a 1.600 metri di altitudine ospiterà libri ed eventi per diffondere il patrimonio della cultura di montagna.A Parre, in una delle ...

Articolo
Orobie Extra all'ombra dei Corni di Canzo

Orobie Extra all'ombra dei Corni di Canzo

A Orobie Extra incontriamo il fotografo Federico Raiser. Federico Raiser, sul numero di febbraio della rivista, firma i servizi dedicati alla Val di Mello ...

Articolo
Orobie di marzo, il respiro della montagna

Orobie di marzo, il respiro della montagna

Sono trascorsi quattro anni esatti dal lockdown. E se qualcosa il Covid ci ha insegnato, oltre alla fragilità che accompagna l’uomo, è proprio ...

Articolo