Itinerario MC

Sulla passerella del Garda

  • Attività in bici
  • 1 ore
30 Agosto 2019 / 14:15
0
1
925
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Sulla passerella del Garda

30 Agosto 2019/ 14:15
0
1
925
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Sulla passerella del Garda

30 Agosto 2019/ 14:15
0
1
925
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

 La rivista Orobie le ha dedicato un servizio sul numero di agosto 2019, raccontando questa pista ciclopedonale con la descrizione di Michele Malfatti, cicloturista e cartografo di Arco (Trento), e le fotografie di Matteo Zanga. Una «Passerella wow», come l’ha definita nel suo titolo il mensile che svela le bellezze della Lombardia.

Il tracciato aperto poco più di un anno fa richiama migliaia di persone, che lo percorrono in bici o a piedi. Vivendo l’esperienza di trovarsi a sbalzo sul Benaco, da Limone fino al confine con il Trentino. Una proposta alla portata di tutti che regala forti emozioni, sospesi tra lago e cielo, immersi in panorami mozzafiato e in un ambiente ricco di bellezza. Con un anello ciclopedonale di 150 chilometri attorno al Garda come sogno che si spera possa realizzarsi a breve.

L’itinerario della pista ciclopedonale parte appunto da Limone sul Garda, bellissima cittadina sulla sponda bresciana che si affaccia sul più grande lago d’Italia. Ci troviamo a pochi chilometri dal confine tra la Lombardia e il Trentino-Alto Adige. Il percorso di sola andata è di circa 4,5 chilometri. Si parcheggia la macchina in centro, dove sul lungolago Guglielmo Marconi si trova l’ufficio informazioni e, se serve, si noleggia anche la bicicletta.

Si attraversa il centro e si seguono i cartelli per la ciclabile. Sul selciato ci sono delle mattonelle di ceramica con una foto della pista e la freccia. Si attraversa con prudenza il centro, quindi si pedala tra strette vie, attorniate da hotel e da ulivi e a pochi metri dal lago. Il fondo stradale cambia da asfalto a ciottolato, quindi ancora asfalto e, con due tornantini, si arriva sul marciapiede che costeggia la strada statale 45bis Gardesana occidentale.

Si pedala sul marciapiede con vista lago e, lungo il percorso, si trova una rientranza con dei bagni chimici e, vicino, una postazione con il kit per poter gonfiare all’occorrenza le gomme della bicicletta e alcuni attrezzi. Davanti all’hotel Capo Reamol inizia il tratto a sbalzo sul lago, realizzato con ancoraggi nella roccia e con la messa in sicurezza, tramite reti, della montagna sovrastante.

Si pedala su dei pannelli preassemblati di cemento con effetto legno e con una vista mozzafiato sul lago. Verso nord si affacciano sul Benaco le città trentine di Riva del Garda e Torbole e, sullo sfondo, il castello di Arco. Lungo il percorso ci sono delle rientranze dove sono state collocate delle piante grasse e, cosa davvero utile, visto che la ciclabile è molto frequentata sia dai pedoni sia dai biker, ci sono molti cestini delle immondizie. 

Si pedala in leggera discesa e, in pochi minuti, si arriva alla fine del percorso, al monumento ai Caduti della Prima guerra mondiale, davanti al cartello del confine tra Lombardia e Trentino. Quindi si gira la bici e si ritorna a Limone.

Clicca qui per guardare la puntata di Orobie Extra dedicata alla ciclopedonale del Garda!