Itinerario MC

L’altopiano di Clusone in bici

  • Attività in bici
  • 4 ore 30 minuti
26 Giugno 2020 / 09:15
0
1
868
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

L’altopiano di Clusone in bici

26 Giugno 2020/ 09:15
0
1
868
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

L’altopiano di Clusone in bici

26 Giugno 2020/ 09:15
0
1
868
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

Sono una guida ciclosportiva, Paolo Barzasi, e due campioni, Stefano Bonadei e Cesare Pisoni, il primo nella mountain bike e il secondo nello snowboard, ad accompagnare i lettori della rivista Orobie, sul numero di giugno 2020, in un tour a colpi di pedali alla scoperta di un angolo della Bergamasca: l’altopiano di Clusone. Il servizio è dello stesso Cesare Pisoni, con le fotografie di Matteo Zanga.

L’itinerario parte dal cuore storico della cittadina capoluogo dell’alta valle Seriana. Ci mettiamo in sella alla bici nella centrale piazza dell’Orologio (645 metri) e pedaliamo verso la basilica di Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista. La superiamo lungo via Papa Giovanni XXIII e giriamo a sinistra sulle vie San Narno e le ripide Monsignor Rizzoli, Battista Quadrio e Gennaro Sora. Quest’ultima si fa presto sterrata e, addentrandosi nel bosco (segnavia 317), diviene sentiero.

Guarda l'animazione dell'itinerario con Relive:

Proseguiamo arrivando al Fontanino della mamma (790 metri). L’itinerario, oltrepassato un ruscello, rimane pedalabile, anche se in alcuni tratti è piuttosto stretto e richiede attenzione. Le pendenze rimangono lievi e si avanza con un continuo e piacevole saliscendi. Incrociamo la strada provinciale 50 che collega Villa d’Ogna a Clusone. La attraversiamo e ci immettiamo su un altro sentiero, molto panoramico, sopra l’abitato di Piario. Il percorso che stiamo seguendo giunge alla chiesetta di San Rocco (600 metri), risalente alla fine del XVI secolo.

Si continua su un fondo sterrato che ci porta a incrociare la strada provinciale della valle Seriana, viale Europa, nella zona delle Fiorine di Clusone. La si supera per prendere, sul lato opposto, via Val Flesch, dove incontriamo il campeggio Clusone Pineta. Viene percorsa interamente, fino a prendere un tracciato che sbuca in via Ger. Un tratto che, a volte, può risultare fangoso e tecnico.

Poco più avanti eccoci in località La Spessa (585 metri). Imbocchiamo via Lama e transitiamo dalla sede della VI delegazione Orobica del Corpo nazionale del Soccorso alpino e speleologico. Rimanendo su strada asfaltata si attraversano San Lorenzo di Rovetta e Songavazzo e si imbocca la salita sulle pendici del monte Falecchio (903 metri). Allo scollinamento ci facciamo guidare dal segnavia numero 556 scendendo in valle Righenzolo, in territorio di Onore. Pedaliamo ora in direzione di Fino del Monte, riattraversando la provinciale e avendo come meta la chiesetta degli alpini (890 metri). Arriviamo da via Masù e Pret. Il sentiero scende poi fino a Rovetta Alta, con pendenze mai eccessive. Costeggiando il bosco si rientra a Clusone, dove si transita dall’ex seminario-villa Barbarigo e dalla chiesa dei Santi Defendente e Rocco del XV secolo.

Del tour in bicicletta sull'altopiano di Clusone se ne parla anche nell'approfondimento televisivo settimanale. Guarda la puntata: Orobie Extra.

Le tante proposte escursionistiche di Orobie nella sezione itinerari del sito e sull'app gratuita Orobie active.