Itinerario EE

Da Morbegno alle cime del Desenigo

  • Escursionismo
  • 7 ore
11 Settembre 2020 / 15:30
0
1
1154
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Da Morbegno alle cime del Desenigo

11 Settembre 2020/ 15:30
0
1
1154
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Da Morbegno alle cime del Desenigo

11 Settembre 2020/ 15:30
0
1
1154
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

«Dall’uscio alla cima». È una sfida con se stessi quella che propone Roberto Ganassa, autore del testo e delle fotografie, sulla rivista Orobie di settembre 2020. Raggiungere la vetta più elevata tra quelle che si scorgono ogni giorno dalle proprie finestre, partendo a piedi da casa. Per Ganassa e la compagna Laura sono i 2.836 metri del Desenigo, sopra Morbegno (Sondrio). 

Eccoci alla descrizione dell’itinerario 

A Morbegno, attraversato il ponte di Ganda (250 metri) si prende la via dei Terrazzamenti che sale da subito ripida fino a Santa Croce (447 metri). Oltre il paese, il sentiero taglia alcuni tornanti e poi compie un lungo traverso che sbuca a Civo (754 metri). Superato il nucleo abitato in direzione nord, riprendiamo a salire fino alla località Poira di Civo (1.100 metri). Circa 200 metri dopo la pizzeria, sulla sinistra si trovano le indicazioni per il bivacco Bottani-Cornaggia.

Inizialmente il sentiero è dolce, ma poi la salita si fa decisa, attraversa la strada tagliafuoco e, dopo numerosi tornanti e un ultimo traverso riposante, raggiunge la terrazza panoramica dei Prà Succ (1.647 metri). 

Bisogna superare un ulteriore strappo per raggiungere la spianata dell’alpe Visogno (2.003 metri). Dalla baita, in direzione nord si segue il sentiero puntando al bivacco Bottani-Cornaggia (2.327 metri), visibile in alto. Da qui, dopo l’ennesima salita si è al passo Visogno (2.574 metri).

Il Desenigo chiude l’orizzonte a nordest. Proseguiamo. Sulla destra bisogna attraversare un tratto scomodo con grossi sassi fino a raggiungere il passo del Colino (2.630 metri). Per la vetta si sale su tracce per erba e roccette fino ai suoi 2.836 metri. Per la verità il Desenigo presenta due cime: appunto quella sudest a quota 2.836, da dove il panorama è decisamente migliore, e quella nordovest, a 2.845.

Si ridiscende al passo del Colino e, verso sinistra, si entra in valle Toate con bella vista sulla torre di Bering. Dopo un traverso, la discesa continua nei pressi del centro della vallata con una visuale panoramica su Talamona, 2.000 metri più in basso. Raggiunte le baite di Pesc (1.613 metri) il sentiero entra nel bosco, supera la strada tagliafuoco e arriva alle radure di Ledino (1.232 metri). Si segue la stradina fino a Poira di Civo, per poi riprendere il percorso fatto in salita.

Guarda l'intervista di Orobie Extra a Roberto Ganassa, che ci racconta la salita al monte Desenigo