Itinerario T

Clusone, a San Lucio per il roccolo Zuccone

  • Escursionismo
  • 1 ore 20 minuti
16 Ottobre 2020 / 09:00
0
1
614
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Clusone, a San Lucio per il roccolo Zuccone

16 Ottobre 2020/ 09:00
0
1
614
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Clusone, a San Lucio per il roccolo Zuccone

16 Ottobre 2020/ 09:00
0
1
614
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

Ci conduce in un luogo magico della Bergamasca questo itinerario tratto dalla rivista Orobie di ottobre 2020. Anna Chiara Merisio, con le fotografie di Luca Merisio, racconta infatti di una originale escursione al roccolo Zuccone, a Clusone, "Nel bosco di Giannino": sul sentiero per il rifugio San Lucio, il pensionato Giannino Trussardi ha trasformato l’area intorno al roccolo in un ambiente popolato da sculture con animali, fiori e personaggi. Utilizza i tronchi abbattuti da vento o neve, costruendo un’oasi che stupisce e arricchisce sia i piccoli sia i grandi.

Sono tre le alternative che consentono di raggiungere il rifugio San Lucio (per info: telefono 389.0130980), posto a 1.027 metri, in posizione panoramicissima rispetto all’altopiano di Clusone, in alta valle Seriana. Ovviamente la più comoda è quella di arrivarci in auto, lungo la strada sterrata che sale dalla località La Spessa (592 metri). Sempre da quest’ultima, all’altezza del primo tornante, suggeriamo però di sfruttare uno dei due percorsi escursionistici: il primo detto del Disiol e l’altro del Söcù o Direttissima, per godere appieno, camminando, del bell’ambiente che ci circonda.

Guarda l'animazione con Relive:

Optando per il Disiol l’itinerario si snoda verso sinistra, inizialmente tortuoso, ma quasi subito ecco un ampio spiazzo al sole. Continuiamo, con poca pendenza, lungo la mulattiera che ci indirizza in direzione est. A destra si stacca invece il tragitto denominato del Söcù, la Direttissima. Restando sul Disiol si entra nel fitto bosco di conifere, in particolare di abeti rossi, e procediamo fino a trovarci di fronte, a 750 metri di quota, a un crocefisso. Proprio qui abbandoniamo la mulattiera, che conduce ad alcune baite, per svoltare completamente a destra sul sentiero. Poco più avanti incontriamo una cascina e seguendo il costone, sempre sulla destra, incrociamo di nuovo la Direttissima. Ora i due percorsi si sovrappongono.

Appena superato il fienile Folì, sulla sinistra nel bosco ecco il roccolo Zuccone raccontato nel servizio di Orobie e animato dalle sculture in legno di Giannino Trussardi. Poco oltre, sul cammino si interseca un altro tracciato: proviene dalla zona del monte Beur (860 metri) attraverso il ponte degli Scout. Saliamo piegando a sinistra e raggiungiamo le cascine Zuccone (970 metri) entrando, appena dopo, in quello che è conosciuto come il grande prato di San Lucio. Facciamo fatica a staccare gli occhi dallo stupendo panorama sull’altopiano di Clusone e sulla conca della Presolana. Il rifugio San Lucio è proprio sopra le nostre teste, siamo arrivati alla meta.

Sono tantissime le escursioni proposte da Orobie, in bici, a piedi, con le ciaspole o con gli sci d'alpinismo. Le trovate nella sezione dedicata del sito internet. Basta cliccare su: Itinerari. Oppure scaricate sul vostro smartphone l'app gratuita Orobie Active.