Anello del Pizzo delle Segade dal Passo San Marco il 5 giugno 2018

0
0
1270

Percorso:

Passo San Marco (1992 m) > Sentero 101 > Sentiero per il Pizzo delle Segade (2173 m) > Discesa all’incrocio col sent. 101 (2040 m) > Dal 101 salita all’anticima > Salita alla cimetta panoramica sulla valle di Albaredo> Rientro al Passo San Marco

Difficoltà : E con tratti di ripida salita e facili roccette sulla salita dall’anticima alla cima del Pizzo delle segade

Dislivello: postitivo 279 m, negativo -305

Distanza: km 3,78

Tempi: h 3

5 giugno 2018, approfitto di una giornata prevista buona , almeno in mattinata, anche in montagna per una breve escursione ma comunque in quota.

Decido all’ultimo momento e la mattina di buon’ora raggiungo Passo San Marco (1992 m).

Imboccatto il sent. 101 risalgo i pascoli umidi per le piogge e la neve in fase di scioglimento, ma il sole sta asciugando l’erba.

Raggiunta la base dell’anticima del Pizzo delle segade, discendo, pestando anche un po’ di neve, nella conca sottostante l’anticima per poi lasciare il sent. 101 e risalire in breve al colletto tra anticima e cima.

Risalgo quindi con attenzione la ripida salita sulla cresta sud del Pizzo delle segade, facendo ricorso in alcuni passaggi all’uso delle mani.

Mi accompagnano nella salita estese fioriture roseo-porporine della graziosissima primula alpina chiamata ‘ Primula irsuta’ (Primula Hirsuta) che cresce in ambiente siliceo, anche nelle strette fenditure delle rocce.

Ovviamente gli scatti si susseguono in continuazione sui fiori e sui panorami verso le Alpi Orobie di Val Brembana da un lato e verso le Alpi Retiche di Valtellina dall’altro.

La bella vista dello slanciato Monte Fioraro o Azzarini (2431), che ho salito alcuni anni fa, che prosegue sulla costiera risalente il Pizzo delle segade, mi accompagna per tutto il percorso.

Raggiunta la cima del Pizzo delle segade (2173 m), mi attardo un momento per ammirare e fotografare il bellissimo panorama a 360°.

Scendo poi la pure ripida cresta nord, fino a immettermi (all’incrocio a 2040 m) sul sentiero 101.

Lo seguo passando in un mare di rododendri che tra poco fioriranno e sarà uno spettacolo vederli!

Visto che il tempo si mantiene buono anche se nuvoloso, risalgo sulla punta dell’anticima, dove sosto per un veloce pranzetto al sacco, per poi discendere alla sottostante cimetta panoramica esposta sulla valle di Albaredo. Infine rientro al punto di partenza, al Passo San Marco.