Zucco Barbesino (quasi)

0
2
123

La rinuncia è uno dei primi insegnamenti della montagna. A volte può capitare per un improvviso temporale, un sentiero franato, oppure, come quest’oggi, a causa della prima neve in quota che nasconde sotto di sé l’insidia del ghiaccio e non mi consente, in sicurezza, di proseguire verso la meta.

La rinuncia è un boccone amaro non sempre facile da ingoiare, soprattutto quando accade a pochi metri dalla meta e, magari, come quest’oggi, in una bella giornata di sole. Da tempo, però, ho imparato che la rinuncia è qualcosa che mi spinge a riprogrammare l’escursione per ritornare, ancora una volta, in quello stesso luogo tanto desiderato, sicuro che la montagna si farà finalmente conquistare.