Sentiero ad anello Santa Croce - Monte Corno - Pizzo Rabbioso - Santa Croce

0
1
145

Nonostante le quote poco elevate raggiunte (poco oltre i 1100 metri), questa sorprendente escursione ad anello permette di godere di ampi panorami su più versanti, in particolare sulla Valbrembana e sulla Val Serina e soprattutto di ammirare da vicino le caratteristiche formazioni rocciose calcaree. Il percorso è ben segnalato dalla cartellonistica ed è contrassegnato dal n. 561. La partenza avviene nei pressi della chiesa di Santa Croce, frazione di San Pellegrino Terme a quota 750 metri slm. Alternando inizialmente sentiero e strada al di sopra dell'abitato di Santa Croce, si giunge ad un bivio: da qui il tracciato può essere percorso sia in senso orario che antiorario. Scegliendo il percorso antiorario (Pizzo Rabbioso - Monte Corno) il sentiero si addentra nel bosco dove è possibile intravedere tra gli alberi i particolari profili calcarei delle "Corna". In breve si raggiunge la sella tra la Corna Pedezzina e la Corna Maria che possono essere salite solo con attrezzatura adeguata per vie ferrate. Da questa sella si svolta leggermente a sinistra proseguendo il sentiero n. 561. A questo punto il tracciato si svolge sul lato sud del percorso ad anello ed intercetta i sentiero n. 594 che sale da Pregalleno, il sentiero n. 597 per Bracca ed il n. 594 per il Pizzo di Spino. Si continua proseguendo per il sentiero n. 561 che si sposta sul versante est del percorso e passa nelle vicinanze della costruzione in località Fenii. A questo punto il tracciato si fa decisamente più ripido ed impervio ed è adatto solo ad escursionisti esperti. La prima cima raggiunta è la Croce degli Alpini di Bracca dalla quale si può già ammirare un grandioso panorama a 360 gradi. A nord dominano l'Arera e la Cima di Lemma. Volgendo lo sguardo più verso est si ammira invece la frastagliata ed imponente parete sud il monte Alben ed in senso orario verso sud-est i monti Suchello e Poieto. Verso nord-ovest invece è possibile apprezzare la mole del Pizzo dei Tre Signori e ed a ovest una buona porzione della parete est del Grignone nonchè la frastagliata vetta del Resegone. In ultimo, verso sud è possibile abbracciare con lo sguardo parte della Pianura Padana con i visibili grattacieli di Milano. Il sentiero ora scende ripido per poi risalire altrettanto ripidamente la cima del Monte Rabbioso ove è possibile nuovamente osservare l'ampio panorama circostante. Il sentiero n. 561 prosegue in direzione del Pizzo Corno, caratterizzato da una grande croce di vetta. Ammirato nuovamante il panorama dalla posizione a picco sulla frazione di Santa Croce, si prosegue in discesa  fino a raggiungere una "panchina gigante" ed infine proseguendo ulteriormente in discesa nel bosco, si giunge all'incrocio col primo tratto del tracciato percorso all'andata chiudendo così l'anello. A questo punto si svolta a destra sino a giungere in paese.