Articolo

VUOI DARE UNA CASA, OPS UN LAGHETTO AI CIGNI?

16 Marzo 2016 / 14:50
0
0
361
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

VUOI DARE UNA CASA, OPS UN LAGHETTO AI CIGNI?

16 Marzo 2016/ 14:50
0
0
361
Scritto da Redazione Orobie

I cignetti dei Giardini Estensi di Varese stanno diventando grandi e devono trovarsi una nuova sistemazione. C'è qualcuno disposto ad adottarli? Un'impresa non da tutti: occorre essere provvisti di un considerevole specchio d'acqua, di un bel budget da mettere a disposizione per nutrirli e, inutile dirlo, di molta buona volontà.

A lanciare l'insolito appello è l'assessore all’Ambiente Riccardo Santinon che al quotidiano "La Provincia di Varese", spiega la complessa situazione: «I cigni non possono essere liberati nel lago di Varese perché sono nati in cattività e sono considerati animali esotici». Da soli probabilmente non se la caverebbero visto che fino adesso i tre cigni hanno vissuto in un ambiente protetto, nutriti e accuditi. 

Papà cigno però comincia a mal tollerare la prole cresciutella e la convivenza sta diventando turbolenta. Per questi animali servirebbero un habitat adatto e ovviamente dei volontari disposti a prendersene cura. Dei cignetti dei Giardini Estensi in città si fa un gran parlare, ma nessuno si è fatto avanti. Il loro trasferimento deve comunque essere autorizzato dalla Regione, quindi alla fine - indipendentemente dal buon cuore di qualche volenteroso - il futuro dei tre potrebbe essere stabilito a livello burocratico, a meno che siano gli stessi uccelli acquatici a prendere il volo e decidere per conto loro.