Articolo

A Palazzo Frizzoni iris per non dimenticare

23 Novembre 2022 / 15:30
0
0
160
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

A Palazzo Frizzoni iris per non dimenticare

23 Novembre 2022/ 15:30
0
0
160
Scritto da Redazione Orobie

Anche il Comune di Bergamo ha dedica un’aiuola a Paola Mostosi e tutte le altre donne vittime di violenza.

Mercoledì 23 novembre nel giardino di Palazzo Frizzoni, sede del Comune di Bergamo, sono stati messi a dimora 12 bulbi delle “Iris di Trebecco” (ne abbiamo parlato sul numero di Orobie di aprile 2022) e svelata la targa in memoria di Paola Mostosi e di tutte le donne vittime di violenza.

L’Amministrazione ha accettato infatti la proposta di Cristina Mostosi, sorella di Paola, di realizzare l’iniziativa “Una iris per non dimenticare” – promossa dall’Associazione “Le Iris di Trebecco” – condividendo la finalità di diffondere la cultura della parità di genere, attraverso il rispetto e la valorizzazione della donna, e la prevenzione di ogni atto di violenza.

“Abbiamo accolto con grande interesse la proposta di Cristina Mostosi - ha spiegato Marzia Marchesi, assessora al Verde pubblico - di donare al Comune un’aiuola in ricordo della sorella Paola e di tutte le donne morte per un atto di violenza. Queste aiuole, come le panchine rosse, sono dei simboli che hanno l’obiettivo di sensibilizzare e porre l’attenzione della cittadinanza rispetto a un tema, quello appunto della violenza contro le donne, che torna alla ribalta in occasione della Giornata internazionale del 25 novembre ma che purtroppo esiste e resiste tutti i giorni dell’anno. La questione, prima che di cronaca, è evidentemente culturale e rappresenta il sintomo di una società non sufficientemente educata al rispetto delle differenze, a cominciare proprio da quelle di genere".

L’aiuola di Palazzo Frizzoni si aggiunge ad altre tre aiuole create in questi giorni a Bergamo: una presso il Liceo Scientifico “Lorenzo Mascheroni”, di cui Paola Mostosi è stata allieva, dove gli studenti di una classe quarta si prenderanno cura della sua manutenzione; quella via S. Tomaso de’ Calvi di cui si occuperanno i volontari del Centro di Tutte le Età del quartiere che hanno individuato l’area in prossimità della panchina rossa; e, infine, quella presso la Casa Circondariale “Don Fausto Resmini”, dove, grazie alla collaborazione con la direzione e gli educatori dell’area trattamentale, saranno i detenuti addetti alla cura del verde a gestire l’aiuola posta, anche qui, davanti alla panchina rossa già esistente all’ingresso del carcere. Tra i reclusi e le recluse è in corso una raccolta fondi simbolica per la targa da apporre.

Il progetto “Una iris per non dimenticare” ha già visto l’adesione di 33 Comuni o enti in diverse parti d’Italia: ai Comuni italiani interessati, l’Associazione “Le iris di Trebecco” dona un kit contenente 12 rizomi di iris barbate, provenienti dalla collezione Luigi Mostosi, per realizzare un’aiuola in un luogo pubblico. Qui una targa spiega l’origine dell’iniziativa e i fiori di iris trasferiscono il messaggio che la bellezza nasce dalla cura, in natura come nelle relazioni tra le persone. Un modo costruttivo per la famiglia Mostosi per reagire al dolore della violenza subita. 

Correlati

A Palazzo Frizzoni iris per non dimenticare

A Palazzo Frizzoni iris per non dimenticare

Anche il Comune di Bergamo ha dedica un’aiuola a Paola Mostosi e tutte le altre donne vittime di violenza. Mercoledì 23 novembre nel giardino ...

Articolo
Al via il Festival Foreste

Al via il Festival Foreste

Quinta edizione del Festival cinematografico dedicato ai polmoni verdi della terra La rassegna, organizzata da Associazione Montagna Italia e Comune di Bergamo – Assessorato al Verde ...

Evento
Estate al Parco Olmi, i nuovi appuntamenti

"Estate al Parco Olmi", i nuovi appuntamenti

Inizia la nuova settimana della rassegna “Estate al Parco Olmi”. Le diverse iniziative sono frutto del progetto Legami urbani del Comune di Bergamo, sostenuto dalle ...

Evento
Con Orobie alle iris di Trebecco. Prenotati!

Con Orobie alle iris di Trebecco. Prenotati!

Sul numero di aprile di Orobie vi abbiamo fatto conoscere il giardino "Le iris di Trebecco", a Castel Trebecco di Credaro. Come annunciato nel ...

Articolo