Itinerario E

Cammino del Vescovado, 4.a tappa, da Chiuduno a Sarnico

  • Escursionismo
  • 3 ore 30 minuti
12 Novembre 2021 / 10:30
0
1
907
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Cammino del Vescovado, 4.a tappa, da Chiuduno a Sarnico

12 Novembre 2021/ 10:30
0
1
907
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Cammino del Vescovado, 4.a tappa, da Chiuduno a Sarnico

12 Novembre 2021/ 10:30
0
1
907
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

"Viandanti senza tempo" è il titolo del reportage che la rivista Orobie di novembre 2021 dedica al Cammino del Vescovado. A poca distanza da Bergamo, sulle colline coltivate con vigne e uliveti, si sviluppa per 50 chilometri da Scanzorosciate a Sarnico. Un viaggio che ciascun escursionista può vivere a modo suo. Senza tabelle di marcia e neppure stereotipi, a tu per tu con questi luoghi, come racconta Alessandro Monaci, autore dei testi, mentre le fotografie sono di Stefano Vedovati. Le quattro tappe, pure sulla app gratuita Orobie Active, sono: Scanzorosciate-Albano Sant’Alessandro, Albano-Montello, Montello-Chiuduno e Chiuduno-SarnicoDescriviamo proprio quest'ultima frazione del percorso.

Si parte dalla chiesa parrocchiale di Chiuduno. Raggiungiamo via Moro e continuiamo sulla sterrata che serpeggia fra le vigne. A una curva a destra la si abbandona per una pista erbosa che porta al ruscello Tirna. Proseguiamo fino a una strada asfaltata. Ci indirizziamo ora all’interpoderale che, tra bosco e vigneto e con belle vedute sulla bassa valle del Fico, diventa ampio e ripido percorso verso il borgo di San Pantaleone. Da qui procediamo per via Fontane in direzione Codera. Alla deviazione per la chiesetta degli alpini l’itinerario scende fino a ricongiungersi alla strada provinciale 82.

Poco prima di Gandosso, su sentiero pieghiamo in direzione di Sarnico. Il segnavia è il 701. A un trivio, a una santella, si continua per la stradina di fronte. Superiamo un capanno di caccia e andiamo al bivio successivo. Ci si ritrova in uno spiazzo con grandi castagni. Si avanza in discesa fino a deviare sulla destra per un tracciato più stretto, ma sempre evidente. All’incrocio successivo si gira ancora a destra uscendo dal bosco. Occorre seguire la strada pianeggiante, fra pascoli e boschetti.

A una curva imbocchiamo un tratto sterrato che conduce a una cascina e a una chiesetta. Giunti in prossimità di una cava di pietra di Credaro ci abbassiamo fra le prime case del paese, cominciando a intravedere un lembo del lago d’Iseo. Su un ponticello superiamo il torrente Uria. Ci dirigiamo nel centro dell’abitato da via San Francesco d’Assisi. Arriviamo alla bella contrada di Cornale, con edifici di origine tardo medievale, e avanziamo imboccando la ciclopedonale per Villongo.

Si costeggia un canale e ci si porta al fiume Oglio in prossimità della diga. Alla chiesa di Santa Teresa di Lisieux saliamo a sinistra in via Alessandro Manzoni. Dopo poco meno di un chilometro entriamo nel vicolo che ci guida al lungofiume. Non lo abbandoniamo portandoci a Sarnico.

Cammino del Vescovado: 1.a tappa Scanzorosciate-Albano Sant'Alessandro; 2.a tappa Albano Sant'Alessandro-Montello; 3.a tappa Montello-Chiuduno.

Tutte le proposte escursionistiche di Orobie le trovate sul sito. Basta cliccare sulla sezione Itinerari. Oppure scaricate l'app gratuita Orobie Active.